Il Giardino Incantato

Avventura testuale fantasy per Windows, iOS, Android, Linux e Mac

Il Giardino Incantato è un gioco vecchio di oltre vent’anni. Probabilmente è uno dei programmi italiani che da più tempo girano in rete. Ho scritto la prima versione in QBasic tra il 1995 e il 1996 utilizzando parti del Demo Adventure scritto da Maurizio Giunti in Amigabasic nel 1990 per Amiga Byte e parti del mitico Modulo Base creato da Enrico Colombini su Apple II nel 1984 ed esportato con successo negli anni successivi sugli altri computer con una serie di manuali di design e programmazione pubblicati da Jackson Libri.

I giochi delle serie di Zork e Enchanter della Infocom, The Pawn e The Guild of Thieves della Magnetic Scrolls, Acheton della Topologika e anche i racconti di Howard, i romanzi di Tolkien e Vance (e molto altro) mi avevano fatto appassionare al fantasy, dopo anni passare a guardare film e leggere libri horror e di fantascienza o di azione. All’epoca frequentavo la quinta liceo scientifico e volevo programmare un videogioco che fosse in grado di stupire “critica e pubblico” sia per qualità che per quantità.

Un kolossal fantasy con tanti luoghi da esplorare

Il risultato fu una sorta di kolossal con un gran numero di locazioni (circa sessanta) di cui in parte si sarebbe potuto fare a meno, ma che comunque offriva una ampia libertà di azione e di esplorazione, tra boschi, foreste, deserti, praterie, fiumi, stagni, paludi, voragini, grotte, labirinti. Per il protagonista dell’avventura, l’intrepido guerriero Aragon Smith, c’erano tesori da trovare, personaggi da incontrare, mostri da combattere e soprattutto una ragazza da salvare, la sua: Julia, che era stata rapita dal potente mago Joker Jaws e portata all’ultimo piano della sua fiabesca e inaccessibile dimora, la Torre di Platino situata al centro dell’immenso Giardino Incantato. Liberarla non sarebbe stato facile, ma Aragon era sicuro che a colpi di spada e di parser ci sarebbe riuscito.

Fino al 1998 gli unici a giocare a Il Giardino Incantato – e a Sfida all’ignoto, che avevo scritto qualche mese prima – furono alcuni miei amici e compagni di scuola. Poi quando mi abbonai a Internet con l’offerta dedicata agli studenti universitari ed ebbi la possibilità di pubblicare una mia home page, all’indirizzo http://space.tin.it/fantascienza/marvalla, Il Giardino Incantato fu una delle mie prime opere che decisi di condividere in rete, a settembre, insieme ad alcuni racconti, per testimoniare la mia passione per le avventure testuali.

Nasce il newsgroup it.comp.giochi.avventure.testuali

Grande fu la mia soddisfazione quando iniziai a ricevere email da parte di chi aveva trovato scaricato il mio videogioco e mi scriveva le sue impressioni in merito oppure mi chiedeva un aiuto per andare avanti perché si era bloccato. In quel periodo nacque anche il primo sito italiano dedicato alle avventure testuali, IF Italia, aperto dal mio concittadino Simone Zanella, già fondatore del newsgroup it.comp.giochi.avventure.testuali. Il Giardino Incantato fu uno dei primi giochi a essere inserito nel suo archivio, insieme a pietre miliari degli anni 80 e 90 come L’Università Sotterranea di Andrea Angiolino, Avventura nel Castello e Apprendista stregone di Enrico Colombini, Vanilla e Alieni per sempre del genovese Roberto Barabino, eccetera.

avventura-testuale-il-giardino-incantato-1998

La popolarità acquisita in poche settimane da IF Italia e dal newsgroup delle avventure testuali spinse il giornalista informatico Stefano Gaburri, altro grande appassionato di avventure testuali, a pubblicare i giochi più popolari sui cd che uscivano in edicola insieme a The Games Machine, la blasonata rivista di videogiochi delle edizioni Xenia. Il Giardino Incantato è stato uno dei primi giochi a essere scelti da Gaburri: è uscito nella rubrica Goodies del cd-rom vol. 66 allegato al numero 121 (luglio/agosto 1999) del giornale. Un evento che mi ha permesso di conoscere molti nuovi appassionati di avventure testuali, alcuni dei quali sono diventati dei cari amici.

Nel settembre del 1999 Il Giardino Incantato è finito anche nella directory Giochi di Tuttogratis.it (all’epoca uno dei dieci siti più visitati della rete italiana) raggiungendo in pochi anni l’iperbolico traguardo dei 69.000 click. Nei primi mesi del 2000, l’opera ha partecipato al premio Avventura dell’anno, istituito dal newsgroup it.comp.giochi.avventure.testuali, classificandosi al secondo posto, dietro Non sarà un’avventura di Roberto Barabino.

Dal QBasic a Inform 6

Nel 2002 ho realizzato una nuova versione dell’avventura in Inform 6 nel formato Z-code multi piattaforma, oggi disponibile anche in un pratico file Giardino_Setup.exe auto installante per tutti i sistemi Windows, oltre che nelle canoniche estensioni .z5 e .ulx.

Con oltre 14.000 download Il Giardino Incantato è stato dal 2003 al 2009 il secondo gioco più scaricato dal portale dei videogiochi testuali IF Italia (dopo Enigma). Nel gennaio del 2013, a quasi 15 anni dalla sua pubblicazione on line, il gioco ha ricevuto due lusinghiere segnalazioni da parte dei portali Fantasy Magazine di Emanuele Manco e True Fantasy di Alessandro Iascy. Anche lo staff di Arena 80 gli ha dedicato un bello spazio, recensendo una versione in Dos del 1999. Più recentemente l’autore delle avventure Slenderman Soulcanto, Flavio G, ha scritto sul suo blog Reading Da Game una recensione più che positiva, in cui Il Giardino Incantato viene definito un gioco “entusiasmante”, “ben studiato”, “ricco di fantasia e idee geniali” e che “sprizza fantasy da ogni parte (o stanza)”.

Nel giugno 2015, per festeggiare i vent’anni di vita del gioco, ho realizzato – attraverso un lungo lavoro di riscrittura e revisione – una nuova versione del programma, che elimina alcune – molte! – locazioni doppie (e triple), che finivano per confondere molti giocatori, e corregge alcune incongruenze della storia. E l’avventura continua!

Come comincia l’avventura

Ti chiami Aragon Smith e sei uno dei piú valenti guerrieri di tutte le Terre Conosciute. Quando non sei impegnato a squartare draghi o a dare la caccia a feroci briganti, ti piace stare con Julia, una ragazza dolcissima e bellissima che assomiglia tanto a uno dei desideri realizzati della lampada di Aladino.

Naturalmente non saresti qui se Julia non fosse stata rapita da Joker, il Mago Signore del Giardino Incantato, un misterioso territorio situato ai confini del Mondo.

Hai viaggiato per settimane alla ricerca del Giardino, sempre piú a sud, finché un vecchio pazzo, incontrato in una malfamata taverna nei pressi del porto di Ptar, non ti ha venduto per pochi soldi una mappa che, attraverso il Gran Fuoco del Mezzomondo, conduceva al Giardino.

Pur seguendo diligentemente la mappa, per molti giorni hai pensato che si trattasse dello scherzo di un drogato distrutto dal sangue di chimera, ma alla fine l’hai trovato, un enorme cancello coperto di piante rampicanti che dà accesso a un luogo da cui nessuno ha mai fatto ritorno.

Al centro del Giardino, sorge la leggendaria Torre di Platino, da cui l’ultimo degli Immortali è asceso all’Infinito e dove Joker ha stabilito la sua dimora, per essere piú vicino al capo del Mondo, il Cielo.

Julia è con lui, alla fine dell’avventura che stai per iniziare.

Clicca qui per scaricare il gioco.