Il cuore sul muro a Più Libri Più Liberi

Comincia con la fiera romana Più Libri Più Liberi la seconda vita del mio romanzo Il cuore sul muro. Il libro, pubblicato nel 2011 da Alacran e poi finito fuori catalogo nel 2012 per la chiusura della casa editrice, è appena tornato in libreria grazie a All Around.

Il cuore sul muro a Più Libri Più Liberi

L’editore romano ha scelto la mia storia sulla street art per inaugurare la collana Flipper dedicata alla narrativa generazionale. Il cuore sul muro è infatti un romanzo di formazione per ragazzi. Parla di amicizia, di amore e anche del dramma della dipendenza dalla droga, che a volte può dare esiti catastrofici.

Continua a leggere

Come creare avventure testuali? Ecco la doppia guida gratuita

Zigamus, una avventura testuale di Marco Vallarino

Progettare, scrivere e programmare una avventura testuale non è facile. Ma neanche difficile. In questi anni vi ho detto e scritto molte volte che Inform 6, a dispetto della sua proverbiale complessità, è un linguaggio piuttosto accessibile. Questa settimana ho finalmente trovato il tempo di rivedere i miei vecchi appunti e preparare una doppia guida, teorica e pratica. Si tratta di un testo estremamente agile e discorsivo, diviso in due parti, disponibile ai seguenti link:

Continua a leggere

L’avventura testuale Alias The Magpie ha vinto l’IF Comp 2018

L’inglese J. J. Guest ha vinto l’IF Comp 2018 con Alias “The Magpie”. La notizia è stata data poco più di un’ora fa nella cerimonia ufficiale di premiazione della manifestazione. Dal 1995 l’Interactive Fiction Competition è il “campionato mondiale” che mette in gara le opere di narrativa interattiva, scritte in lingua inglese, degli autori di tutto il globo. Quest’anno i giochi in gara erano circa ottanta. Molti a scelta multipla, scritti con tool di sviluppo orientati al semplice punta e circa. Uno stile che permette di semplificare l’azione e che negli ultimi anni pare aver avvicinato molti nuovi utenti al mondo dei videogiochi testuali.

Continua a leggere

Dieci avventure testuali horror per Halloween

Siete pronti per Halloween? La notte delle streghe incombe!

Anche Google ha presentato oggi, in forma di doodle, un videogioco dedicato alla terrificante ricorrenza. È un simpatico platform in cui interpretate un fantasma che deve collezionare fuochi fatui in giro per case stregate ed evitare di farseli fregare dagli altri. Ma se siete qua forse è perché state cercando una avventura testuale a forma (e a prova) di zucca, con cui terrorizzarvi oggi o domani.

Negli anni ho giocato a molte avventure testuali horror, italiane e inglesi, molte delle quali ottime per Halloween. Naturalmente questo post non vale se non avete ancora provato Darkiss! Il Bacio del Vampiro che addirittura Emily Short consigliò come gioco di Halloween nel 2015. E  ricordate che vi aspetto nella Cripta! 

Continua a leggere

Come si gioca ad Ayon? Ecco il video gameplay di Mille e Una Avventura

Come si gioca a una avventura testuale? Cercando con Google troverete tante risposte a questa domanda, molte delle quali utili a introdurvi al meglio nel mondo della narrativa interattiva. Ci sono anche giochi pensati apposta per i principianti, come Salvate lo Stregatto e Villa Morgana. Nel caso di Ayon, però, la risposta migliore è quella fornita da Leonardo Boselli. L’esperto imperiese ha pubblicato sul canale YouTube di Mille e Una Avventura un video gameplay realizzato su Twitch e dedicato allo scoop interattivo di Vincent Morgan.

Continua a leggere

Déjà vu su RetroMagazine e GamesVillage

Déjà vu, l’avventura testuale che ho scritto a quattro mani con l’amico e maestro Bonaventura Di Bello, e di cui vi ho parlato nel post precedente, ha ottenuto due belle segnalazioni su RetroMagazine e Games Village.

RetroMagazine

RetroMagazine, rivista digitale curata da un gruppo di appassionati di retrogaming, ci ha addirittura dedicato una (lunga) intervista doppia. L’occasione ci ha permesso di raccontare come ci siamo avvicinati al mondo dell’informatica e, successivamente, delle avventure testuali, note anche come Interactive Fiction.

Continua a leggere

Déjà vu, un’avventura ai confini del mondo e della mente

Deja_vu_avventura_testuale_italiana

Dopo una lunga pausa, torno a darvi mie notizie sul blog per segnalarvi l’uscita di un’avventura testuale che rappresenta di per sé un evento di importanza epocale, almeno per la scena videoludica italiana. Déjà vu è il titolo del gioco che ho scritto e sviluppato insieme a… BONAVENTURA DI BELLO! Esatto, avete capito bene: l’autore delle mitiche avventure per Commodore 64, Spectrum e MSX, come Mente aliena, L’occhio del Condor, Unico sopravvissuto, La rosa scarlatta… uscite in edicola tra il 1986 e il 1987 sulle riviste Epic 3000, Explorer e Viking, ha scritto – dopo oltre trent’anni – un nuovo gioco, a quattro mani (o almeno a due teste) con il sottoscritto.

Continua a leggere

Fuga dall’Acropoli, una avventura testuale ambientata nella antica Grecia

Da qualche giorno è online Fuga dall’Acropoli, la seconda avventura testuale della serie dei viaggi nel tempo scritta e programmata dai ragazzi che frequentano il corso di videogame design (e programmazione a oggetti) che tengo da qualche anno all’Istituto Marconi di Imperia insieme ai docenti Gabriella Spanò, Umberto Sisia, Paolo Russo. Il gioco, come al solito gratuito e multipiattaforma, si può scaricare dal sito dell’host ufficiale OldGamesItalia, che lo ha inserito nel database ufficiale delle opere italiane di interactive fiction (ex IF Italia). Qui sotto potete vedere la splendida copertina disegnata da Anna Pesce e colorata da Simone Daraghiati.

Continua a leggere

Gamification e storytelling alla Accademia di Comunicazione di Milano

Lo scorso 13 aprile sono stato ospite della Accademia di Comunicazione di Milano per tenere un workshop di gamification e storytelling (clicca qui per vedere il post uscito su Facebook con le foto dell’evento). L’invito del presidente Michelangelo Tagliaferri e delle sue collaboratrici Lalla Pedroni e Valentina Majocchi, responsabili dell’allestimento degli incontri dedicati alla presentazione di nuove forme di comunicazione e di espressione, era di mostrare come l’applicazione di stili, dinamiche, principi tipici dei videogiochi a progetti formativi o promozionali possa migliorare il rapporto con l’utenza.

Continua a leggere

Leggere con la gamification

Leggere con la gamification è il titolo dell’articolo con cui ho iniziato, qualche giorno fa, la mia collaborazione con il portale InnovazioneCambiamento.it. Il testo, che riprende un altro articolo che avevo scritto per il quotidiano Libero un paio di anni fa, è fondamentalmente un breve saggio su come sia cambiato il modo di leggere in Italia.

Con l’avvento degli ipertesti elettronici e il proliferare di smartphone e tablet, e dei loro piccoli schermi, la gente si è disabituata alla lettura sequenziale e ha iniziato a prendere confidenza con nuove forme di comunicazione letteraria. Tra questa c’è anche la nostra cara vecchia Interactive Fiction che, a dispetto dei suoi quarant’anni (abbondanti, ormai) di vita, sembra essere più in linea oggi di ieri con i gusti e le aspettative del pubblico.

Continua a leggere