DSA e videogiochi testuali

DSA è la sigla con cui si indicano i disturbi specifici di apprendimento. Dislessia, dislessia, disortografia, discalculia sono i più conosciuti, relativi a problemi di lettura, scrittura, calcolo.

Settimana della Dislessia

La settimana scorsa sono stato ospite dell’edizione imperiese della Settimana Nazionale della Dislessia. La manifestazione curata dalla Associazione Italiana Dislessia ha proposto mercoledì 9 ottobre a Sanremo un convegno intitolato Diversi e Uguali e dedicato alla promozione dell’equità. Presso il teatro dell’Opera ho illustrato come alcuni DSA, tra cui appunto dislessia e disgrafia, possano essere trattati, a scuola e altrove, attraverso l’utilizzo di videogiochi didattici a interfaccia testuale.

Continua a leggere

I vent’anni del newsgroup delle avventure testuali

Avventure Testuali

Era il 6 maggio 1999 quando sulla rete Usenet veniva annunciata l’apertura del newsgroup it.comp.giochi.avventure.testuali. Uno spazio digitale interamente dedicato alla narrativa interattiva, italiana e straniera, che permetteva a tutti coloro connessi (anche) a Internet di leggere e scrivere messaggi (o post) sul tema. A fare la richiesta di apertura del newsgroup fu un mio giovane concittadino: Simone Zanella. Oggi apprezzato ingegnere informatico e responsabile del meet-up imperiese di WordPress, allora era uno studente appena diplomato.

Continua a leggere

Avventure testuali su YouTube

I canali YouTube dedicati alle avventure testuali

Pur essendo quasi sempre prive di grafica e sonoro, le avventure testuali godono di una certa popolarità anche su YouTube. Ci sono infatti diversi canali che offrono video gameplay dedicati alla narrativa interattiva, italiana e straniera. Spesso sono impreziositi da commenti che vivacizzano l’azione o da musiche d’atmosfera che accompagnano il dipanarsi della storia.

Continua a leggere

Gamification al servizio della tutela e salvaguardia ambientale

Anello Verde, festival della sostenibilità e dell'ambiente

Si è parlato anche di gamification all’ultima edizione dell’Anello Verde, che si è svolta dal 21 al 24 marzo 2019 a Finale Ligure, in provincia di Savona. Il festival internazionale dell’ambiente e della sostenibilità mi ha invitato a parlare di come l’utilizzo delle tecniche e degli stili propri dei videogiochi possa portare a una maggiore sensibilizzazione del pubblico alla tutela e alla salvaguardia ambientale.

La mattina di venerdì 22 marzo mi sono così recato all’auditorium del complesso monumentale di Santa Caterina, a Finalborgo, per presentare il videogioco realizzato nel 2014 per il convegno genovese della Fima, la Federazione Italiana dei Media Ambientali.

Continua a leggere

Halt and Catch Fire arriva in Italia su Rai 4

La serie tv Halt and Catch Fire, di cui vi avevo parlato nell’estate del 2014, arriva finalmente in Italia. Sarà trasmessa su Rai 4 ogni mercoledì in seconda serata, a partire dal 13 marzo. Inoltre sono previste delle repliche al sabato pomeriggio.

Halt and Catch Fire

Per me è una notizia bellissima perché Halt and Catch Fire è davvero una serie meravigliosa, che vi consiglio di guardare. Ambientata negli Stati Uniti, racconta la storia degli home computer, e poi (anche) di Internet. Si parte con la guerra commerciale dei primi anni 80, quando aziende produttrici di hardware e software gareggiavano per conquistare (e monopolizzare) il mercato.

Continua a leggere

Retrogaming, cinque siti avventurosi

Per chi come me è cresciuto tra gli anni 80 e 90, il retrogaming è una grande passione. Del resto, molti dei videogiochi a 8 e 16 bit che hanno caratterizzato quell’epoca sempre più lontana (sigh!) sono degli autentici capolavori. Ancora oggi c’è un sacco di gente che ci gioca e non si tratta solo di trentenni e quarantenni nostalgici come me, anzi. Molti dei ragazzi (e delle ragazze) nati nei dintorni degli anni 2000 sono grandi fan dei videogiochi di una volta, da Street Fighter II a Pac-Man, da Bomb Jack a… Zork!

Continua a leggere

Come creare avventure testuali? Ecco la doppia guida gratuita

Zigamus, una avventura testuale di Marco Vallarino

Progettare, scrivere e programmare una avventura testuale non è facile. Ma neanche difficile. In questi anni vi ho detto e scritto molte volte che Inform 6, a dispetto della sua proverbiale complessità, è un linguaggio piuttosto accessibile. Questa settimana ho finalmente trovato il tempo di rivedere i miei vecchi appunti e preparare una doppia guida, teorica e pratica. Si tratta di un testo estremamente agile e discorsivo, diviso in due parti, disponibile ai seguenti link:

Continua a leggere

L’avventura testuale Alias The Magpie ha vinto l’IF Comp 2018

L’inglese J. J. Guest ha vinto l’IF Comp 2018 con Alias “The Magpie”. La notizia è stata data poco più di un’ora fa nella cerimonia ufficiale di premiazione della manifestazione. Dal 1995 l’Interactive Fiction Competition è il “campionato mondiale” che mette in gara le opere di narrativa interattiva, scritte in lingua inglese, degli autori di tutto il globo. Quest’anno i giochi in gara erano circa ottanta. Molti a scelta multipla, scritti con tool di sviluppo orientati al semplice punta e circa. Uno stile che permette di semplificare l’azione e che negli ultimi anni pare aver avvicinato molti nuovi utenti al mondo dei videogiochi testuali.

Continua a leggere

Dieci avventure testuali horror per Halloween

Siete pronti per Halloween? La notte delle streghe incombe!

Anche Google ha presentato oggi, in forma di doodle, un videogioco dedicato alla terrificante ricorrenza. È un simpatico platform in cui interpretate un fantasma che deve collezionare fuochi fatui in giro per case stregate ed evitare di farseli fregare dagli altri. Ma se siete qua forse è perché state cercando una avventura testuale a forma (e a prova) di zucca, con cui terrorizzarvi oggi o domani.

Negli anni ho giocato a molte avventure testuali horror, italiane e inglesi, molte delle quali ottime per Halloween. Naturalmente questo post non vale se non avete ancora provato Darkiss! Il Bacio del Vampiro che addirittura Emily Short consigliò come gioco di Halloween nel 2015. E  ricordate che vi aspetto nella Cripta! 

Continua a leggere

Come si gioca ad Ayon? Ecco il video gameplay di Mille e Una Avventura

Come si gioca a una avventura testuale? Cercando con Google troverete tante risposte a questa domanda, molte delle quali utili a introdurvi al meglio nel mondo della narrativa interattiva. Ci sono anche giochi pensati apposta per i principianti, come Salvate lo Stregatto e Villa Morgana. Nel caso di Ayon, però, la risposta migliore è quella fornita da Leonardo Boselli. L’esperto imperiese ha pubblicato sul canale YouTube di Mille e Una Avventura un video gameplay realizzato su Twitch e dedicato allo scoop interattivo di Vincent Morgan.

Continua a leggere