WordPress, come risolvere il problema dei tag H1 multipli

Chi mi conosce sa che, oltre che scrivere, mi piace molto anche programmare. Del resto, molti dei miei progetti di gamification e storytelling sono esempi di programmazione a oggetti. Più in generale, per guadagnare visibilità nel World Wide Web – e quindi lettori, utenti – non basta proporre contenuti interessanti. Bisogna anche tenere in ordine il codice del proprio sito, soprattutto quando ci si avvale di una piattaforma software complessa come WordPress.

Continua a leggere

Tim Berners-Lee in edicola su Hacker Journal di settembre

Come tutti sapete, lo scorso mese di luglio sono stato ospite dell’edizione italiana di Campus Party. Il più importante festival al mondo su innovazione e creatività ha proposto un mio barcamp su street art e graffiti writing. L’evento era naturalmente legato alla presentazione del mio libro Il cuore sul muro e al passaggio della comunicazione dai muri a Internet.

Nell’occasione ho avuto la possibilità di assistere alla conferenza, programmata un’ora dopo la mia, del keynote speaker della manifestazione: Tim Berners-Lee. L’informatico britannico che nel 1989 ha ideato il World Wide Web è intervenuto a Campus Party per presentare il suo nuovo progetto Solid. Social Linked Data è un nuovo modo di condividere dati, a prova di privacy, attraverso la decentralizzazione della rete.

Continua a leggere