Museo Navale di Imperia

Visita alla Città dei Marinai di Porto Maurizio

Il Museo Navale di Imperia, noto anche come La Città dei Marinai, si trova in via Scarincio 9 a Porto Maurizio. È stato aperto il 30 gennaio 2017 nella palazzina degli ex magazzini generali. Per quanto non sia stato ufficialmente inaugurato perché ancora in corso di allestimento, lo stabile ha attirato fin da subito l’interesse di molti turisti, italiani e stranieri, oltre che dei residenti, per il complesso e suggestivo allestimento.

Uno spazio espositivo di 9.000 metri quadrati

Museo Navale di Imperia, via Scarincio 9

L’esposizione, che include una sezione archeologica, presenta reperti, oggetti e strumentazioni che testimoniano la storia e l’evoluzione della marineria, con particolari riferimenti a Imperia. Nei circa 9.000 metri quadrati di spazio, si trovano imbarcazioni d’epoca, sia vere che riprodotte in scala, attrezzi, tute e divise, fotografie e quadri, ricostruzioni meticolose di alcuni caratteristici ambienti marinari. Ci sono inoltre installazioni multimediali interattive che, tramite sofisticati dispositivi elettronici, permettono di cimentarsi in una sessione di navigazione al timone e in una battaglia navale al periscopio di un sottomarino.

Secondo l’associazione che si occupa della struttura, il Museo Navale di Imperia è destinato a diventare il più articolato e completo tra gli oltre ottocento che ci sono al mondo. Ogni settimana arrivano nuovi reperti da catalogare ed esporre. Tra i più significativi, si trovano i cimeli militari provenienti dalle spedizioni di Ghersi in Tibet e di Nobile al Polo Nord. Poi ci sono i modelli delle caravelle di Colombo e due cimeli del sommergibile Scirè: il portello poppiero e la relativa scala di accesso dalla coperta.

Gli orari di apertura del Museo Navale di Imperia e i percorsi tematici

Di norma, il Museo Navale di Imperia è aperto il martedì mattina dalle 9.30 alle 11.30 e il giovedì e sabato pomeriggio dalle 15.30 alle 19.30. L’ultimo ingresso consentito è un’ora prima della chiusura. Il biglietto costa 7 euro ma sono disponibili riduzioni per bambini, studenti e gruppi di almeno dieci persone. La visita guidata dura circa un’ora. Sono inoltre disponibili quattro percorsi tematici, corredati di postazioni video e gallerie fotografiche: il lavoro sul mare; il viaggio per mare a fini commerciali; la guerra sul mare; il mare come evasione.

D’estate i giorni di apertura aumentano e gli orari cambiano. Nel mese di luglio, il museo sarà aperto come di consueto il martedì mattina dalle 9.30 alle 11.30 e poi il giovedì, venerdì e sabato sera dalle 18.30 alle 22.30.

L’auditorium del Museo Navale

Nel Museo Navale di Imperia si trova anche un auditorium, dotato di maxi schermo, che ospita ogni anno diversi eventi di carattere culturale. La prima stagione di appuntamenti, nella primavera del 2017, ha offerto anche la presentazione di un progetto di gamification. Gli studenti dell’IIS Marconi hanno mostrato al pubblico il videogioco letterario ambientato nella antica Grecia realizzato nel corso dell’anno 2016/17.

Nel novembre dello stesso anno l’attore portorino Antonio Carli ha portato in scena, insieme al chitarrista Mauro Crespi, Navigazioni e canti de mä. L’evocativa performance di teatro canzone ha rilanciato l’epica marinara con le parole di grandi scrittori e cantautori.

Nel 2018/19 l’auditorium del Museo Navale è diventato Teatro del Mare per ospitare una vivace rassegna di cabaret, prosa e musica, a cura di Matteo Monforte e Eugenio Ripepi. Beppe Braida, Maurizio Lastrico, Enrique Balbontin, Daniele Raco sono alcune degli artisti che hanno animato la manifestazione.

La Città dei Marinai è insieme alla biblioteca Lagorio, villa Faravelli, villa Grock, l’oratorio di San Pietro al Parasio, il museo dell’olivo Carlo Carli, il museo della comunicazione Voci nell’Etere, il museo delle latte d’olio Guatelli, una parte importante del patrimonio culturale cittadino. Peraltro la sua fruibilità è garantita anche dal lavoro di un buon numero di volontari.

Marco Vallarino