Noir Magazine

Dal 2005 al 2007 ho fatto parte della redazione di Noir Magazine. Il direttore Mauro Zola mi ha scelto per contribuire all’allestimento del nuovo mensile maschile virato al noir della De Agostini Periodici. Il progetto ha coinvolto nomi di spicco del cinema e della letteratura di genere italiani e anche autori di fama internazionali. James Ellroy, Joe Lansdale, Ian Rankin, Massimo Picozzi, Alan D. Altieri sono solo alcuni degli autori che hanno scritto per Noir Magazine.

Sulle tracce del Codice da Vinci: Porsche tour al Louvre di Parigi

Per me l’esperienza più rilevante è stata il cosiddetto Porsche tour. Un viaggio, a bordo di una macchina da favola, la Porsche Cayman S, alla scoperta dei luoghi del Codice da Vinci di Dan Brown. Sulle tracce del codice è il titolo del doppio servizio che ho realizzato insieme al fotografo Antonio Mantovan. Il museo del Louvre e la cattedrale di Saint-Sulpice a Parigi, l’abbazia di Westminster a Londra e la Rosslyn Chapel a Edimburgo sono state le tappe principali dell’itinerario percorso nel maggio del 2006.

Al ritorno, le fotografie di Mantovan hanno fatto da corredo ai racconti che ho scritto per l’occasione. Occhio per occhio e La rivincita sono due spy story che hanno per protagonista l’agente supersegreto Robert Sinclair. 

Elmore Leonard, Jo Nesbo, Peter James e i Marielitos a Miami

Per Noir Magazine ho seguito vari eventi in giro per l’Italia, tra cui il Noir in Festival di Courmayeur e MissingGiallo, raduno noir abbinato a Miss Italia. Ho intervistato Elmore Leonard, Jo Nesbo, Peter James, Martina Cole. Ho recensito vari libri e scritto dei Marielitos a Miami e di Messico e noir. Sono stato nel giornale dalla sua apertura fino alla chiusura, avvenuta per la volontà dell’editore di destinare quella parte del budget a un altro progetto.

Ripubblicare gli articoli più significativi scritti per Noir Magazine su questo sito mi sembra il modo migliore per ricordare questa bella esperienza e condividerla con chi mi legge.

Noir Magazine è stato media partner di Mare Noir 2006, il secondo (e ultimo) festival del giallo ligure che ho organizzato e diretto a Imperia.

Recensioni di romanzi e racconti noir

Come scritto sopra, uno dei miei incarichi a Noir Magazine era di trovare libri da recensire. In particolare, il direttore Mauro Zola mi aveva affidato l’incarico di occuparmi dei piccoli editori. Dovevo quindi scovare volumi che difficilmente in libreria avrebbero avuto lo stesso spazio dei bestseller di Camilleri e Lucarelli.

Fu una caccia al tesoro – condotta prevalentemente online – molto divertente e proficua, come potete vedere dalle recensioni che trovate qui sotto e che spero possano essere ancora utili per fare qualche buona lettura.

Incontro a Daunanda
Giancarlo Narciso
Dario Flaccovio Editore

Sull’isola di Lombok, in Indonesia, l’ex traduttore e avventuriero giramondo Rodolfo Capitani è alla ricerca di Esther. La donna, bellissima, è svanita nel nulla dopo una appassionata notte d’amore. Nel corso di una indagine condotta da vero outsider tra mille pericoli e destinata a raggiungere ambienti sempre più torbidi, Capitani passerà (quasi) indenne attraverso una serie di guai che, in uno sconcertante gioco di specchi da un capo all’altro dell’isola, lo porterà a contatto con le varie realtà di Lombok in una trama avventurosa con malinconici elementi noir e scenari affascinanti e imprevedibili fino all’ultima pagina, nello stile dell’autore.

Al Noir in Festival 2006 Incontro a Daunanda ha vinto il Premio Scerbanenco. Giancarlo Narciso è stato il secondo scrittore, dopo Claudia Salvatori, a conquistare i due principali riconoscimenti italiani per la narrativa di genere. Lo scrittore milanese aveva infatti già vinto nel 1998 il Premio Tedeschi del Giallo Mondadori con Singapore Sling.

L’enigma Barabba
Salvo Toscano
Dario Flaccovio Editore

Si torna a parlare delle controverse origini del cristianesimo in questo noir palermitano dedicato alle gesta dei fratelli Corsaro, avvocato e giornalista che indagano, prima ognuno per conto suo e poi insieme, sulla scomparsa di una giovane badante polacca e sulla morte di un prete, trovato crocifisso in un casolare. Ma la rappresaglia a sfondo religioso è solo la punta di un gigantesco iceberg fatto di abusi sessuali, faide familiari, eredità contese, che il giovane autore sa sciogliere con ironia, senza rinunciare alla suspense necessaria e aggiungendo al puzzle iniziale tasselli sempre più interessanti e sorprendenti.

A10
Giacomo Revelli
Ennepilibri

Per un commerciante di diamanti di stanza a Nizza l’unico modo per salvare la moglie dalla pazzia è vendere il quadro con cui parla. Un dipinto di Rembrandt che ritrae un bambino intento a studiare. Il tesoro della casa e il figlio che l’anziana coppia non ha mai avuto. Ma il viaggio dei due (dei tre, secondo la moglie che vede la famiglia in vacanza) verso la galleria di Lugano, cui l’opera sta per essere ceduta, sarà pieno di sorprese. L’affare infatti nasconde un disegno criminale destinato a compiersi proprio sull’autostrada e che, sorpasso dopo sorpasso, renderà ancora più terribile il distacco dall’amato Tito.

Giù dalla rupe
Gery Palazzotto
Dario Flaccovio Editore

Al largo delle coste palermitane, mentre una intossicazione alimentare costringe a letto la maggior parte della popolazione dell’isola, un carabiniere e un poliziotto si ritrovano alleati in una notte senza fine per risolvere, con l’aiuto di uno sparuto gruppo di amici, il caso di un efferato omicidio legato a una oscura leggenda, prima che l’assassino colpisca di nuovo. Alla fine la verità arriverà per caso, con vari e curiosi colpi di scena. Tra una battuta e l’altra, la soluzione sarà più semplice del previsto, in una vicenda narrata con ritmo e ironia, ma senza dimenticare l’amarezza dovuta agli outsider.

Hanno ucciso Bocca di Rosa
Le Legere
Chinaski Edizioni

Che cos’hanno in comune uno sfegatato tifoso genoano amante delle belle ragazze e dei gialli liguri, un aspirante terrorista ansioso di radere al suolo la città in cui vive e un reduce di guerra finito a regolare conti per la malavita locale? Sono i protagonisti di una raffazzonata ma esilarante parodia dei tanti noir genovesi usciti in questi anni. Ispirandosi alle efferatezze descritte nei romanzi del noto giallista locale Pietro Cattrame, un misterioso assassino semina il terrore in città. Ai tre amici-nemici (e a una maldestra commissaria di polizia, ansiosa di farsi consolare) il compito di fermarlo, tra alti e bassi anche stilistici, fino a un finale davvero inaspettato.

2010 La svolta
Roberto Sensoni
ConTatto Edizioni

Nel 2010 l’Italia è diventata un protettorato tedesco consacrato al dio euro. Mentre gli evasori fiscali asfissiano nelle camere a gas e poi bruciano nei forni, il detective privato Ulisse Schittzer, spietato e funambolico, figlio di uno stile zeppo di humour e paradossi, cerca le prove della corruzione dei pezzi grossi del governo per permettere all’opposizione di rovesciare il regime. Narrato (forse volutamente) in maniera goffa e ingenua, ma sempre con grandi spargimenti di sangue, questo romanzo è però un noir lucidissimo, nichilista e spaventosamente attuale che, in un imprevedibile susseguirsi di scene raccapriccianti alternate a siparietti comici, non lascia intravedere alcuna luce in fondo al tunnel.

Il contratto Cavalieri
Marco Timossi e Stefania Ponzone
Ennepilibri

La mancanza di un editing accurato non impedisce a questo libro di regalare parecchie emozioni. Vincitore di un premio letterario dedicato al giallo ligure, è un romanzo a episodi ambientato in Riviera. Protagonista della storia è Antonio Cavalieri, un killer mercenario che torna a casa dopo anni di massacri in giro per il mondo. Al servizio di un boss locale, ogni capitolo lo impegnerà a risolvere un nuovo sorprendente contratto di morte. Ma l’amore (corrisposto) per la donna del capo e l’amicizia verso uno dei (possibili) bersagli lo metteranno nei guai, dando il via a una terribile reazione a catena raccontata con buona suspense ma pure col giusto humour.

L’ultima notte di Wayne
Michael Koryta
Kowalski Editore

Il detective privato Wayne Weston non si è sparato un colpo in testa dopo aver ammazzato moglie e figlia e nascosto i cadaveri chissà dove. È quanto devono dimostrare Perry e Pritchard, gli investigatori assoldati dal padre di Wayne per scoprire la verità. Una missione impossibile in una Cleveland fredda e spietata, che porterà i due soci a contatto con le realtà più scabrose della città procurando un sacco di guai anche ai loro amici. Basterà iniziare a indagare negli ambienti della mafia russa, e scoprire che sono legati a quelli dell’alta finanza locale, per essere catapultati in una girandola infernale di sparatorie, inseguimenti e trattative sul filo del rasoio.

Il giovane Koryta, autore americano qui al suo esordio, dimostra di saperci fare con il ritmo e i colpi di scena, disseminati a piene mani ma sempre al momento giusto. Anche il finale sarà inaspettatamente convulso, in una storia in cui in ogni momento i personaggio potrebbero saltare fuori dalle pagine con la pistola in pugno. Peccato per la traduzione dozzinale che toglie spessore alla narrazione e impedisce di mettere la ciliegina sulla torta.

L’altro colore dell’iride
Rosa Ida D’Emidio
Eclissi Editrice

Anche la scuola si tinge di giallo con il debutto di un’autrice e di una casa editrice tutte nuove che già promettono di tornare sul luogo del delitto con altre storie ambientate nelle aule e i corridoi dell’Istituto Comprensivo Iride. Manuela, una vivace studentessa tredicenne amica di tutti, viene trovata morta. È caduta da una finestra, ma nessuno sa dire se si tratti di omicidio o suicidio. Il mistero sarà svelato dai soliti investigatori dilettanti: Adelaide e Augusto, preside e vicepreside della scuola, in un finale quasi didascalico per una storia che fa dei tanti richiami al giallo classico il suo punto di forza.

Fuoco grande
Valentina Gebbia
Dario Flaccovio Editore

Con questo nuovo romanzo della prolifica autrice palermitana il noir si conferma come la narrativa più impegnata e attuale del terzo millennio. La storia propone infatti, in modo ovviamente fantasioso e romanzato, una possibile soluzione al mistero degli incendi di Caronia, che da tempo divampano nelle case del paese senza un perché. Alle storie degli abitanti e in particolare a quella della restauratrice Febronia, al lavoro su un bassorilievo greco trovato nei paraggi, viene così affiancato il racconto delle antiche gesta di Arkòs, sacerdotessa di Afrodite che custodisce innumerevoli poteri e segreti.

Sepultas
Natalino Piras
Fratelli Frilli Editori

La grande esperienza e la passione dell’autore per gli scenari e i misteri della sua terra, la Sardegna, danno vita al tragico incubo in cui precipita Diego Rubens, il prete eretico membro del Marx River spedito in un paesino della piana di Chentomines per espiare i propri peccati. Rubens scoprirà così chi sono le sepultas, donne che come suore di clausura si sono chiuse in casa da giovani per non uscirne più, dimenticare un amore sbagliato e mettere a tacere le dicerie. Donne che celano storie terribili e che, con le loro morti e intrighi sospesi nel tempo di uno stile fumoso senza ritmo, riserveranno a Rubens una sorte ancora più terribile e qualche brivido al lettore.

Mariani – Il caso cuorenero
Maria Masella
Fratelli Frilli Editori

La sesta indagine del commissario genovese Mariani, lanciato dall’editore come l’erede di Bacci Pagano, sconfina a Asti sulle tracce di Cabel Oxa. Il muratore albanese è scomparso dopo avere lasciato un ultimo misterioso messaggio. La sua sorte sta molto a cuore alla (quasi) ex moglie di Mariani. È proprio nell’intreccio tra romanzo giallo e rosa che si individua la cifra dell’autrice. Maria Masella, narrando in prima persona le avventure di un detective uomo, sa scrivere con leggerezza anche degli argomenti più forti. Non mancano gli opportuni colpi di scena e una serialità di luoghi, fatti e personaggi, che propone un piacere liturgico sempre gradito ai lettori.

A Charlie Chân piace il Jazz?
Biagio Biagini e Guido Michelone
Lampi di Stampa

Gli amanti del giallo classico troveranno pane per i loro denti con questo doppio apocrifo appuntamento con le indagini e le perle di saggezza dell’ispettore Charlie Chân. Due colpi di pistola e un solo sparo al terzo piano dell’hotel President Haloa alle Hawaii. Un uomo ferito a una spalla e una ragazza, morta, colpita al petto, nel cuore della notte. Quindici anni dopo nello stesso albergo, un’altra donna uccisa e un mistero sorprendentemente collegato al primo. A suon di jazz, con un ritmo serrato e rovesciamenti di fronte a ripetizione, due divertissement districati tra i talenti dell’orchestra Fletcher Henderson del 1925 e quelli del Benny Goodman Quartet del 1940.

Triangoli diabolici
Aldo Musci e Marco Minicangeli
Stampa Alternativa

I delitti a sfondo passionale vanno sempre di moda, ma questo saggio degli scrittori e giornalisti neo-noir Minicangeli e Musci, già autori nel 2004 di “Ammazzo tutti”, la guida ai mass murder italiana, non si ferma alla semplice rievocazione dei fatti di cronaca più clamorosi. In una indagine a tutto campo svolta in maniera agile ma precisa, si arriva all’individuazione delle forze del destino e delle pulsioni psichiche che spingono gli amanti all’omicidio. Un groviglio di passioni mortali affrontato, tra gli immancabili grafici e schede, con sorprendente partecipazione offrendo più di un brivido e consegnando alla storia i triangoli diabolici come un vero archetipo del male.

Le Notti Gotiche
Eraldo Baldini & Massimo Cotto
Aliberti Editore

Grandi atmosfere e due misteri da risolvere, con vari richiami a leggende e vicende locali, nei brevi ma affascinanti campioni di gotico rurale proposti quasi in sinergia dagli autori, specialisti del genere. Dal vecchio trovato morto nelle paludi di Ravenna, nei pressi di una casa di riposo che custodisce più di un segreto, alla tragica (apparente) catena di suicidi che sconvolge la placida Asti, assisteremo al ritorno in azione di un anziano commissario di polizia in pensione e al debutto di un giovane maresciallo dei carabinieri. Cotto vince ai punti per la fantasia e il coraggio, ma Baldini sa fare il suo mestiere. Peccato per i finali frettolosi e poco ambiziosi.

Nel paese delle ragazze suicide
Eliselle e Angela Buccella
Coniglio Editore

La cubista cocainomane, la barista frustrata, il deejay playboy, la prostituta ninfomane, lo spacciatore perfido, l’universitario fuori corso, la femminista lesbica, la cicciona disperata. Sono tutti in questo breve e intenso romanzo corale, che approfitta di una festa in discoteca per raccontare e intrecciare, attraverso inevitabili ma stuzzicanti luoghi comuni, tante piccole storie illuminate dalle colorate luci dell’ansiogena ribalta notturna e destinate quasi tutte a tingersi di noir. Un curioso e originale spaccato della vita by night, da leggere d’un fiato e a cui perdonare i colpi di scena fisiologicamente scarsi e prevedibili.

Non gettate cadaveri dal finestrino
Gero Mannella
Coniglio Editore

Una farsa nerissima, esilarante o irritante, a seconda dei punti di vista, per quanto assurda, iperbolica, spiazzante. I cinque fantasiosi racconti incentrati prima sui delitti più efferati e stravaganti e poi, in una seconda parte quasi a se stante, sulle rocambolesche indagini dell’ispettore Gaudino Liberovici non lasciano indifferenti e neppure annoiano. Sono storie bizzarre e imprevedibili in cui tutto può accadere, anche per colpa dei tanti giochi di parole e arabeschi stilistici destinati a diventare parte integrante dell’intreccio. Un autore da seguire e una gran bella sorpresa soprattutto per chi è in cerca di nuovi orizzonti criminali e letterari.

Congresso medico con delitto
Antonio Caron
Fratelli Frilli Editori

Il giallo ligure arriva fino in America con la nuova indagine del maresciallo Vitale, che al congresso di nefrologia a cui si era fatto invitare per risolvere i problemi ai reni, trova una dottoressa morta ammazzata in un lago di sangue nella camera d’albergo. Il sospettato numero uno è un attempato scrittore di gialli, vecchio amico e compagno della vittima, ma l’autore, pur mantenendo il consueto stile ammiccante da caso provinciale, prende ben presto il largo per portarci in uno scenario più ambizioso. Un acquario di squali in cui galleggiano i deliri di onnipotenza della biologia molecolare e gli intrighi della Borsa, fino a un finale però abbastanza classico.