Videogiochi testuali

Scrivere videogiochi di avventura a interfaccia testuale è una cosa che mi ha sempre appassionato molto, spesso più della stesura di storie “normali”, o almeno non interattive, come romanzi e racconti.

Una volta usavo il Demo Adventure di Maurizio Giunti e il Modulo Base di Enrico Colombini, due listati in Basic che fungevano da framework e andavano bene per i giochi più essenziali. Da una decina d’anni sono però passato al più complesso Inform 6, il linguaggio a oggetti creato da Graham Nelson (e localizzato in italiano da Giovanni Riccardi) per permettere la realizzazione di interactive fiction ad alti livelli.

Purtroppo, da ragazzino, ho avuto pochissime opportunità di raggiungere con le mie opere un pubblico eventualmente interessato. Poi, grazie a Internet, alla fine degli anni 90 ho potuto iniziare a far circolare qualcosa, accorgendomi ben presto che c’era un grande interesse verso questo tipo di giochi, sia da parte di chi li conosceva già, sia da parte chi li vedeva per la prima volta.

Se non sai di cosa sto parlando, puoi leggere la pagina che spiega che cosa sono le avventure testuali e anche quella che illustra i principi di gioco. Se invece vuoi passare all’azione, qui sotto trovi i miei giochi, gratuiti e in italiano, con i link per scaricarli e anche le istruzioni per installarli su Windows, Android, iOS, Linux, Mac OS e molti sistemi operativi. Buon divertimento!

Darkiss! Il bacio del vampiro

Scarica e gioca gratis l'avventura testuale Darkiss! Il bacio del vampiro

La mia opera più famosa credo sia Darkiss! Il bacio del vampiro, un truculento horror del 2011 in cui si vestono i tenebrosi panni di Martin Voigt, mostro succhiasangue che risorge dalla tomba per vendicarsi di chi lo ha ucciso. Con oltre 25.000 download in cinque anni di presenza sul web, si tratta del videogioco testuale italiano più scaricato (e spero giocato) della cosiddetta “era mobile” (o multi piattaforma), al quale si sono aggiunti nel 2013 il secondo capitolo della saga Darkiss 2: viaggio dell’inferno e nel 2015 lo spin-off Sogno di Sangue.

Darkiss 1 and Darkiss 2 are also available as English text adventures.

Nel mondo di Ayon

L'avventura testuale Nel mondo di Ayon

Nel 2013 è uscito è Nel mondo di Ayon, dedicato a una rocambolesca indagine giornalistica tra i graffiti e i murales di un malfamato ghetto metropolitano, che è anche in assoluto il primo videogame italiano dedicato alla spray art.

Enigma

L'avventura testuale Enigma

Enigma, vivace cut-up di fantascienza e horror, è stata votata come migliore avventura testuale italiana del 2001. Pubblicato sul Silver Disk di The Games Machine e recensito da svariati siti e anche da alcune riviste letterarie, è ancora oggi un gioco molto popolare, tra i più scaricati dalla rete. Il protagonista della (strana) storia è vittima di una amnesia: prigioniero di una casa misteriosa, disseminata di mostri e trabocchetti, dovrà trovare la via di uscita per recuperare la memoria insieme alla libertà.

Il Giardino Incantato

Avventura testuale Il Giardino Incantato

Il Giardino Incantato è un lussureggiante fantasy risalente addirittura al 1995 e ambientato in un arcano territorio pieno di misteri e pericoli, in cui si deve addentrare l’intrepido guerriero Aragon Smith, alla ricerca della sua amata Julia, rapita da un potente mago. Alla versione originale scritta in QBasic è seguita nel 2003 quella multipiattaforma in Inform 6.

Nel 2015, in occasione del suo ventennale, il gioco ha subito un restyling che lo ha sensibilmente accorciato e semplificato, per venire incontro ai gusti dei giocatori moderni.

Sfida all’ignoto

Sfida all’ignoto è un altro vecchio gioco del 1995, scritto in principio con il Modulo Base di Colombini e poi convertito in Z-Code per continuare a garantirne la fruibilità in epoca post Dos. Protagonista della storia interattiva, che rinnova la sfida dell’uomo alle forze della natura (e in questo caso della sfiga). è il copywriter Stephen Brush, giovane creativo più abituato a usare il cervello che i muscoli. Dopo essere scampato a un disastro aereo, dovrà trovare il modo di tornare alla civiltà addentrandosi tra i pericoli e i misteri dell’isola su cui è finito, esplorando giungle impenetrabili, spiagge assolate, scogliere a picco sull’oceano, grotte, vulcani, belve feroci e le rovine di una antica civiltà.

Salvate lo Stregatto

L'avventura testuale Salvate lo Stregatto

Chi è a sua volta interessato a scrivere qualche gioco può impratichirsi con le dinamiche di sviluppo e il linguaggio Inform 6 scaricando l’avventura per principianti Salvate lo Stregatto, di cui è disponibile anche il codice sorgente. La storia è un breve giallo umoristico e vede il giocatore impegnato nella ricerca di un gatto scomparso che rischia di diventare una pelliccia.

Su YouTube è disponibile il videogame play integrale di Stregatto realizzato da Leonardo Boselli.

Del gioco esiste anche una versione inglese, intitolata Save the Cheshire Cat! e liberamente scaricabile dall’IF Archive nel canonico formato Z-code.

Zigamus: gli Zombi al Vigamus

Vigamus

Zigamus è l’avventura umoristica che ho scritto all’inizio del 2016 per gli amici del Vigamus, il museo del videogioco di Roma. Il protagonista deve fronteggiare un’invasione di mostri mangiacervelli, utilizzando come armi i gadget e i cimeli sparsi per le sale del museo, insieme a qualche trucco del mestiere.

Zigamus è stato tradotto in inglese da Francesca Noto per l’IF Comp 2016. Dal dicembre 2016 è disponibile nella doppia versione italiana e inglese su Freeware Files.com

Déjà vu

Déjà vu è l’avventura “ai confini del mondo e della mente” che ho scritto a quattro mani con l’amico e maestro Bonaventura Di Bello per la Marmellata d’Avventura di OldGamesItalia, il concorso creativo dedicato ai giochi ambientati nel “luogo più remoto del mondo”. Scampati a un disastro aereo (l’ennesimo del panorama avventuroso italiano…), dovete riuscire a sopravvivere in un ambiente ostile e, allo stesso tempo, portare a termine una certa missione, senza però sapere quale, in una storia in cui niente è come sembra e tutto sembra già stato.

Visita al Marconi

Gamification a scuola

All’inizio del 2015 sono stato chiamato dall’IIS Marconi di Imperia a realizzare, insieme a un gruppo di studenti, un videogioco promozionale. L’obiettivo era di presentare le infrastrutture e i percorsi formativi della scuola in un modo che potesse attirare l’attenzione dei ragazzi di terza media che dovevano decidere a quale scuola superiore iscriversi dopo l’esame. Il risultato è stato Visita al Marconi, una visita grafico testuale interattiva all’istituto che permette di vedere ogni aula “da vicino” e di sottoporsi ad alcuni test attitudinali per scoprire quale potrebbe essere il percorso di studi più adatto ai propri gusti e capacità.

In cerca di Tesla

Nel 2015/16 la mia esperienza di docente di gamification all’IIS Marconi di Imperia è proseguita con un vero e proprio corso, orientato alla realizzazione di un altro videogioco didattico e alla conoscenza dei principi della programmazione a oggetti tramite l’utilizzo del linguaggio Inform 6. L’avventura testuale In cerca di Tesla è il risultato di ore e ore di lezione e del desiderio dei ragazzi di rendere omaggio al trentennale del film Ritorno al futuro, che ricorreva in quel periodo. Nella scapestrata storia interattiva, uno studente della scuola rimette in funzione una vecchia macchina del tempo progettata da Marconi in persona e finisce nella New York di Nikolas Tesla, peraltro l’unico in grado di aiutarlo a rimettere in funzione il marchingegno per tornare a casa.

Fuga dall’Acropoli

Fuga dall'Acropoli

Splendidamente presentata dalla copertina di Anna Pesce e Simone Daraghiati, Fuga dall’Acropoli è la terza avventura testuale da me realizzata insieme ai ragazzi dell’IIS Marconi e ai loro prof. Il viaggio nel tempo iniziato con il precedente gioco In cerca di Tesla continua nella antica Grecia, ai tempi della guerra del Peloponneso. Il giocatore a causa dei suoi strani abiti e del suo ancora più strano mezzo di trasporto viene scambiato per una spia persiana e imprigionato in una fetida cella ai piedi dell’Acropoli. Recuperare la libertà e anche la macchina del tempo sequestrata dalle guardie non sarà facile.